02/08/2021 – Ver. 86 – Migliorate verifiche pareti intelaiate, aggiornamento stratigrafie XLAM di KLH, aggiunta pannelli Gyproc, Siniat, Rigips, Fermacell e WISA, aggiunta l’eccentricità accidentale in relazione

Nell’ultima versione del software sono state aggiunte nuove funzionalità:

  • Miglioramento delle verifiche di calcolo delle pareti intelaiate: ora il software, per le verifiche riportate al capitolo 9.2.4.2 dell’Eurocodice 5, permette di considerare pannelli di altezza inferiore a quella della parete.
  • Aggiornamento delle stratigrafie KLH: aggiornate le stratigrafie dei pannelli XLAM KLH.
  • Aggiunta del materiale Gyproc Habito: i pannelli in cartongesso per uso strutturale Gyproc Habito sono ora disponibili e possono essere utilizzati come pannelli di rivestimento delle pareti intelaiate.
  • Aggiunta dei materiali Siniat LaDura Plus, LaDura Premium e Nida Twarda Plus: sono stati aggiunti i pannelli in cartongesso per uso strutturale Siniat e sono ora utilizzabili come controvento delle pareti intelaiate.
  • Aggiunta del materiale Rigips Rigidur H: i pannelli in fibrogesso per uso strutturale Rigips Rigidur H sono ora disponibili e possono essere utilizzati come pannelli di rivestimento delle pareti intelaiate.
  • Aggiunta del materiale Fermacell Powerpanel HD: sono stati aggiunti i pannelli in fibrocemento per uso strutturale Fermacell Powerpanel HD e sono ora utilizzabili come controvento delle pareti intelaiate.
  • Aggiunta del materiale WISA: l’archivio dei pannelli di compensato per uso strutturale per il controventamento delle pareti intelaiate è stato ampliato con l’aggiunta dei prodotti WISA.
  • Aggiunta l’eccentricità accidentale nella relazione di calcolo.
  • Bug fixing and small improvements.

 

 

 

31/05/2021 – Ver. 84 – Nuove funzionalità grafiche (input dinamico, possibilità di editare i vertici dei solai), aggiunta dei pannelli XLAM di Schillinger, aggiunto l’archivio tasselli, migliorate le verifiche degli ancoranti per c.a., aggiornate interfacce connessioni e aggiunta la possibilità di importare polilinee in dxf

Nell’ultima versione del software sono state aggiunte nuove funzionalità:

  • Input dinamico: grazie all’introduzione dell’input dinamico è ora possibile disegnare gli elementi strutturali in modo semplice ed intuitivo inserendo lunghezza dell’elemento ed angolo rispetto agli assi principali.
  • Possibilità di editare i vertici dei solai: è ora disponibile la nuova funzionalità che permette di modificare, aggiungere o eliminare le coordinate dei punti che individuano l’elemento solaio.
  • Aggiunti i pannelli XLAM di Schillinger agli archivi del software.
  • Aggiunto l’archivio Tasselli relativo a tasselli meccanici e ancorante chimico.
  • Aggiornate le interfacce di definizione delle connessioni.
  • Migliorate verifiche degli ancoranti per c.a.: le verifiche relative ai tasselli sono ora eseguite sul gruppo di ancoranti per c.a., con la possibilità da parte dell’utente di editare il valore della resistenza caratteristica e del relativo coefficiente di sicurezza.
  • Bug fixing and small improvements.

 

 

27/01/2021 – Ver. 83 – Nuovo modulo per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni, aggiunte le connessioni Soltech e aggiornati i pannelli XLAM Essepi

Nell’ultima versione del software sono state aggiunte nuove funzionalità:

  • Modulo classificazione del rischio sismico: grazie al modulo aggiuntivo “Classificazione del rischio sismico“ è ora possibile modificare l’entità dell’azione sismica da utilizzare nelle analisi mediante la definizione della percentuale di modifica della massima accelerazione orizzontale del suolo ag. E’ inoltre possibile calcolare in automatico la PGAc di capacità della costruzione e stampare l’attestato di classificazione sismica. Il metodo di calcolo utilizzato è il metodo convenzionale dell’Allegato A del D.M. n°58 del 28 Febbraio 2017 e s.m.i. “Linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni”.
  • Aggiornamento stratigrafie Essepi: aggiornate le stratigrafie dei pannelli XLAM Essepi e le proprietà del materiale in accordo al nuovo ETA.
  • Aggiunta degli  ancoraggi Soltech:  è ora disponibile la gamma di ancoraggi Soltech tra i quali troviamo hold-down, angolari, piastre forate con i rispettivi ancoranti e connettori a gambo cilindrico nonché viti, chiodi e cambrette.
  • Bug fixing and small improvements

 

22/09/2020 – Ver. 81 – Nuove connessioni Borga Italia e Simpson Strong-Tie, calcolo automatico dei carichi a San Marino, aggiunta dei pannelli XLAM Pfeifer e aggiornamento dei pannelli Stora Enso, aggiunta degli annessi nazionali della Romania, miglioramento calcolo vibrazione dei solai, possibilità di inserire carichi e spessori del telaio inferiori rispetto alle versioni precedenti

Nell’ultima versione del software sono state aggiunte nuove funzionalità:

  • Aggiunta la possibilità di definire la posizione geografica all’interno della Repubblica di San Marino. Se l’utente geolocalizza l’edificio all’interno del territorio della Repubblica di San Marino il software calcola in automatico le azioni agenti sull’edificio: vento, neve e sisma.
  • Aggiunte nuove connessioni agli archivi: Borga Italia e Simpson Strong-Tie. Nello specifico sono state aggiunte le nuove connessioni a trazione e a taglio di Borga Italia e alcune nuove connessioni di Simpson Strong-Tie.
  • Aggiunti i pannelli XLAM di Pfeifer agli archivi del software
  • Sono stati aggiornati gli archivi relativamente ai pannelli XLAM Stora Enso
  • Miglioramento della verifica a vibrazione dei solai: è stata aggiunta la possibilità di tener conto della rigidezza flessionale in direzione perpendicolare all’asse portante principale del solaio anche per il calcolo della frequenza fondamentale f1 dello stesso. Nella versione precedente la rigidezza trasversale era considerata solo nel calcolo della larghezza efficace di solaio.
  • Aggiunta la normativa della Romania. Sono stati aggiunti gli Annessi Nazionali della Romania
  • Modifiche ai dati di input – valori dei carichi agenti: è ora possibile utilizzare valori dei carichi inferiori a quelli di default proposti dagli Eurocodici per meglio adeguarsi alle normative locali
  • Modifiche ai dati di input – larghezza degli elementi delle pareti a telaio: è ora possibile utilizzare montanti e traversi con larghezza inferiore a 40 mm per meglio adattarsi alle esigenze dei clienti
  • Bug fixing and small improvements